Teatro della Toscana

UN CURIOSO ACCIDENTE: gli intrighi di Goldoni incantano il pubblico fiorentino. Un grande Lavia regista e protagonista, con un ottimo cast ... e sorpresa finale per il maestro

La commedia goldoniana presentata con uno spigliato umorismo, tra commedia dell'arte e grottesco pirandelliano. Consegnata a Lavia la chiave d'oro del primo camerino della Pergola

di Domenico Del Nero

UN CURIOSO ACCIDENTE:  gli intrighi di Goldoni incantano il pubblico fiorentino.  Un grande Lavia regista e protagonista, con un ottimo cast ... e sorpresa finale per il maestro

Un accidente davvero curioso e bizzarro, quello portato in scena da Gabriele  Lavia in questi giorni al teatro della Pergola, prodotto da Effimera, dal  Teatro di Roma e dal  Teatro della Toscana : una commedia di Carlo Goldoni non certo tra le più note e rappresentate dal titolo un Curioso accidente. Scelta più che mai felice, che ha portato sulla scena un testo godibilissimo e divertente anche rappresentato, è proprio il caso di dirlo, a regola d’arte.  Senz’altro lo spettacolo fa sorridere e in qualche caso anche ridere (cosa non proprio consueta in Goldoni), ma è una risata a ben pensarci amara. Il grande commediografo è ormai al termine della sua parabola veneziana e sembra aver perso fiducia in quel mercante solido e rispettabile della “fase Medebac” e sembra guardare invece con sorridente bonomia ai giovani e ai personaggi “popolari”; ma sono le commedie d’intrigo a prendere la mano a Goldoni, come dimostrerà di lì a poco sulle scene parigine. [1]

La regia di Lavia sottolinea in modo particolare proprio questo aspetto: una girandola di intrighi, di inganni e di equivoci che il regista riesce calibrare con mano sapiente, con un occhio a quella Commedia dell’Arte che Goldoni certo non amava anche se dovette comunque tenerne conto e anche a una sorta di “teatro dell’assurdo” dal sapore vagamente pirandelliano.  Essenziali ma ben strutturate le scene di Alessandro Camera: una casa che ricorda un teatro  con un camerino su di un lato, la scena aperta (teatro nel teatro?) e alcuni spettatori comodamente seduti all’interno del proscenio;  gradevoli costumi i costumi  più o meno “d’epoca” di Andrea Viotti ed efficace e del tutto adeguato il gioco delle luci di Giuseppe Filipponio, con un deciso “effetto caleidoscopio”. Notevoli anche le musiche di Andrea Nicolini, con tanto di pianoforti in scena e un piccolo e simpatico coro che commenta o introduce alcune sequenze della vicenda. Gli attori escono ed entrano dalle quinte attraverso drappeggi, irrompono sulla scena, piombano in platea e soprattutto Lavia interagiscono brevemente con qualche spettatore, a sottolineare ancora di più l’abolizione della “quarta parete”; effetto anche questo senz’altro più pirandelliano che goldoniano, ma tutt’altro che stonato nell’impostazione data da Lavia allo spettacolo. E oltre che regista, il grande attore è anche interprete del personaggio di Monsieur Filiberto, un vecchio mercante olandese molto benestante, in apparenza padre benevolo e aperto ma in realtà personaggio meschino e ipocrita, pronto ad esser generoso e “liberale” a spese altrui ma ben diverso in casa propria; ma la beffa che architetta gli si ritorce contro. Lavia si cala nel personaggio con grande verve ed energia, evidenziandone senz’altro il lato comico ma anche quello più meschino e verso il finale non manca un tocco di drammaticità. Una interpretazione davvero perfetta, sia sul piano registico che su quello attoriale.

Buono anche il resto del cast: Simone Toni è stato un monsieur de la Cotterie non proprio cuor di leone, sospiroso quanto basta e all’occorrenza pronto all’intrigo: una interpretazione vivace e divertente.  Bravissima Federica di Martino con una Giannina intrigante e “finta semplice”, che non riesce però a districarsi nell’imbroglio da lei stessa avviato; spigliati, simpatici e convincenti anche gli altri interpreti Giorgia Salari, Andrea Nicolini, Lorenzo Terenzi, Beatrice Ceccherini, Lorenzo Volpe, Leonardo Nicolini.

Uno spettacolo decisamente da vedere, accolto con grandi applausi dal  pubblico e  che proprio nella recita di mercoledì 17 scorso è stato coronato da una graditissima sorpresa per Lavia: Il Presidente della Fondazione Teatro della Toscana Tommaso Sacchi e il Direttore Generale Marco Giorgetti gli hanno consegnato  la Chiave d'oro del Primo Camerino del Teatro della Pergola, che fu di Eleonora Duse.  Un’onorificenza inaugurata dallo storico direttore del massimo teatro fiorentino Alfonso Spadoni, e nel tempo riconosciuta ad artisti come Arnoldo Foà, Glauco Mauri, Valeria Moriconi, Rossella Falk, Aroldo Tieri, Vittorio Gassman. La Chiave d’oro al Maestro Lavia vuole essere tributo indelebile alla forza e alla vitalità del suo lavoro, al suo modo di fare Teatro, che la Fondazione ha sostenuto nei più importanti spettacoli degli ultimi dieci anni. Commosso, il maestro ha ricordato la grande Eleonora Duse, prima di ringraziare l’affetto del pubblico e di Firenze, e la generosa compagnia di attrici e attori di Un curioso accidente, al suo fianco in queste sere sul palcoscenico della Pergola e su tutti gli altri che verranno.

Prossime rappresentazioni venerdì 19 e sabato 20, ore 21; domenica ore 16. La recensione si riferisce allo spettacolo di mercoledì 17 gennaio.

 

 



Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

    60 commenti per questo articolo

  • Inserito da Stevendouff il 14/02/2024 08:22:21

  • Inserito da chesscheat il 14/02/2024 05:05:59

  • Inserito da chesscheat il 14/02/2024 05:05:57

  • Inserito da Martinzes il 14/02/2024 03:40:59

  • Inserito da chesscheat il 13/02/2024 22:42:02

  • Inserito da chesscheat il 13/02/2024 22:42:01

  • Inserito da chesscheat il 13/02/2024 22:42:00

  • Inserito da chesscheat il 13/02/2024 20:04:41

  • Inserito da chesscheat il 13/02/2024 17:37:26

  • Inserito da chesscheat il 13/02/2024 17:37:25

  • Inserito da nikojerse il 11/02/2024 11:57:14

  • Inserito da nikojerse il 08/02/2024 08:58:43

  • Inserito da nikojerse il 08/02/2024 08:58:41

  • Inserito da nikojerse il 08/02/2024 01:32:41

  • Inserito da nikojerse il 08/02/2024 01:32:41

  • Inserito da nikojerse il 08/02/2024 01:32:39

  • Inserito da nikojerse il 07/02/2024 22:54:57

  • Inserito da nikojerse il 07/02/2024 20:07:15

  • Inserito da nikojerse il 07/02/2024 20:07:13

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 22:23:40

  • Inserito da JamesFaubs il 06/02/2024 21:48:20

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 17:54:41

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 16:41:00

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 16:41:00

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 16:40:54

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 16:40:54

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 16:40:53

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 16:40:53

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 16:40:45

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 16:40:44

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 16:40:43

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 13:19:00

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 13:18:57

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 13:18:54

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 11:22:14

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 11:22:12

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 11:22:11

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 11:22:08

  • Inserito da tubemate il 06/02/2024 04:31:21

  • Inserito da tubemate il 05/02/2024 12:50:58

  • Inserito da tubemate il 03/02/2024 04:26:55

  • Inserito da tubemate il 03/02/2024 04:26:52

  • Inserito da tubemate il 02/02/2024 21:18:19

  • Inserito da tubemate il 02/02/2024 21:18:19

  • Inserito da tubemate il 02/02/2024 21:18:18

  • Inserito da JamesFaubs il 02/02/2024 20:56:13

  • Inserito da tubemate il 02/02/2024 18:31:31

  • Inserito da tubemate il 02/02/2024 15:49:33

  • Inserito da tubemate il 02/02/2024 15:49:30

  • Inserito da Williamkek il 30/01/2024 15:39:26

  • Inserito da Williamkek il 30/01/2024 14:40:53

  • Inserito da Williamkek il 30/01/2024 14:39:57

  • Inserito da Williamkek il 30/01/2024 14:38:44

  • Inserito da Williamkek il 30/01/2024 14:35:42

  • Inserito da Williamkek il 30/01/2024 14:29:12

  • Inserito da Williamkek il 30/01/2024 14:27:01

  • Inserito da Williamkek il 30/01/2024 14:25:27

  • Inserito da Williamkek il 30/01/2024 14:05:19

  • Inserito da Williamkek il 30/01/2024 13:30:26

  • Inserito da massimo il 24/01/2024 14:13:26

    Ciao. I veri esseri umani sono coloro che sanno venire in aiuto ai loro simili quando soffrono. Quest'uomo mi ha fatto un prestito di 55.000eur senza il tutto complicarmi la macchia al livello dei documenti che chiedono le banche in occasione delle domande di prestito. Ho deciso oggi di testimoniare nel suo favore voi potete contattarlo per E-mail: virgolinoclaudio7@gmail.com

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.

TotaliDizionario

cerca la parola...