PENSIERI DI UN'ALTRA STAGIONE

-Dopo-

di Giulia Bartolini

-Dopo-

Il vento caldo di maggio,

le serrande chiuse,

Roma resta.

Il sole crolla sulle case,

infuocato, il centimetro diventa kilometro,

ci s’aggrappa alla bellezza;

la scialuppa è questa città

eterna,

questo snodarsi di vicoli

stretti,

tra gelsomini in fiore,

biciclette abbandonate.

Dove sono finiti i giorni?

Si sono persi tra scelte

evitate,

necessarie,

rimandate,

tentate;

le colpe si daranno,

la storia

di questo tempo

soccomberà

a dolori più grandi,

perché l’uomo sopravvive.

Rimangono le colonne del Pantheon

a tenere su

il cielo;

acqua che scorre

a piazza Navona come fosse

un torrente caduto,

perduto tra i sampietrini

e il silenzio d’una città

che ormai parla una sola lingua,

che batte d’un silenzio

in cui s’avverte,

improvviso,

il rintocco delle campane.

Dove sono finiti i giorni?

La voglia di futuro,

s’è mangiata

tutto;

come si corre sull’acqua?

Laddove il vento soffia,

come si governa la nave?

e chi nuota, chi affoga,

chi la sceglie la morte giusta?

Ragazzi si scontrano e s’incontrano

Ieri, oggi, domani...

Dove sono finiti i giorni?

Sembra d’essersi fermati,

a metà d’una curva dimenticata,

destra, sinistra,

e la strada sterrata,

non più trafficata, abbandonata;

c’erano dei cartelli?

Dei segnali?

C’era, prima,

un domani?

O forse era un’idea,

un’idea sbagliata,

ora cambiata,

sbiadita.

Dove sono finiti i giorni?

Quelli in cui s’era abituati,

quelli

in cui

ci si era dimenticati,

in parte,

dell’oscurità, ora

tutto è buio,

in questa “felice” ripartenza

il mondo ancora urla,

trema e si dispera,

“correte che domani è un altro giorno”

E quella speranza di bellezza,

quella carezza umana

nel dirsi vicini,

nel dirsi insieme in questo

continuo non sapere

di nuovo

si disperde nell’aria.

Siamo rimasti.

Soli?

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.