La ricetta

Le polpette del carnevale dedicate al Santo del porcellino

Un cibo tradizionale da consumere secondo l'usanza per tutto il periodo carnacialesco

di Marina Cepeda Fuentes

Le polpette del carnevale dedicate al Santo del porcellino

Per festeggiare il “Santo del porcellino” ecco una  ricetta, saporita, facile ed economica:  le  “Polpettine di Sant’Antonio”, da consumare anche per tutto il periodo carnascialesco.

 

*Per quattro persone occorrono:

 

1/2 kg di macinato di maiale

100 g di mortadella “bologna"

2 uova

100 g di grana grattugiato

mollica di pane

latte

noce moscata

olio d’oliva per friggere

 

Lavorare il macinato con le uova, il formaggio e la mollica di due fette di pane casereccio raffermo, rinvenuta nel latte. Aggiungere la mortadella di Bologna a pezzettini, una grattatina di noce moscata, poco sale e pepe. Ricavare delle palline,  poco più piccole di un’albicocca, infarinarle, schiacciarle leggermente e friggerle in olio bollente. Vanno consumate caldissime con purè di patate o di zucca, oppure con una rinfrescante e “magra”  insalata di finocchi crudi, ottima per digerire i grassi.

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.