Mai, però, apprezzata dalla critica

Enid Blyton, la signora della letteratura giovanile

L'abbandono di suo padre, colpì profondamente la giovane che cominciò presto a immaginare e creare mondi irreali così da fuggire alla realtà sempre più oscura

di Massimo Melani

Enid Blyton, la signora della letteratura giovanile

Enid Blyton

Sebbene la maggior parte dei critici letterari non hanno mai dato grande importanza al lavoro di Enid Blyton, riservandole un posto tra i grandi scrittori, i suoi libri hanno occupato scaffali e ore di lettura di milioni di giovani in tutto il mondo. 

Le avventure di In the Fifth at malory Towers o St Clares school, restano ancora tra i libri più venduti. 

Enid Blyton seppe costruire intorno a sé un universo felice, sereno, pieno di avventure che cercavano di compensare la tristezza sofferta durante la sua infanzia per la separazione dei suoi genitori. 

Enid Blyton Mary Pollock Darrell Waters nasce l’ 11 agosto 1897 nel sobborgo londinese di East Dulwich. Il nome di sua madre era Maria Teresa. Suo padre, Thomas Carey Blyton, era un venditore di posate. Enid era la più vecchia di tre fratelli.

Nel 1907, a dieci anni, entrò nella scuola delle ragazze di San Cristoforo. Tre anni dopo, il padre abbandonò la famiglia scappando con l’amante. Enid che, sempre, mantenne uno stretto rapporto con il padre, perdonò il genitore accusando della situazione la madre, ritenuta da molti nevrotica e lunatica, e per la scrittrice questo suo comportamento fu la causa della fine del loro matrimonio.

L'abbandono di suo padre, colpì profondamente la giovane che cominciò presto a immaginare e creare mondi irreali così da fuggire alla realtà sempre più oscura.

Nonostante la difficile situazione familiare, si dimostrò sempre una studentessa esemplare. Già nel 1911 parteciperà con successo ad un concorso di Poesia per bambini intitolato ad Arthur Mee. 

Nel 1915, dopo aver completato gli studi, si trasferì a vivere con un’amica.  Da allora il rapporto con la sua famiglia andò via via peggiorando.

Enid era ormai pronta a diventare una buona insegnante e educatrice, mentre continuava a scrivere. 

Nel 1917, vide pubblicata la sua prima poesia in Nash's Magazine e, poco dopo, alcuni suoi scritti furono pubblicati in altre riviste come The Londoner o Home Weekly.

Nel 1922 sarà pubblicato il suo primo libro, Child Whispers.

Nel 1923 Enid incontrò un editore di nome Hugh Alexander Pollock con il quale iniziò una relazione professionale e sentimentale. 

Quando si sposarono, un anno dopo, con cerimonia intima senza la presenza di un familiare della sposa, la nuova signora Mary Pollock era già diventata una scrittrice professionista che guadagnava grandi somme di denaro. Nello stesso anno pubblicò The Enid Blyton Book of Fairies, il suo primo libro di racconti.

Il matrimonio di Enid non si dimostrò un letto di rose.

Mentre la sua carriera professionale migliorava giorno dopo giorno, la sua vita familiare andava avanti nella delusione a causa dell'alcolismo del marito e l'incapacità naturale di avere un figlio. 

Dopo vari trattamenti, la coppia riuscì a concepire una bimba di nome Gillian Mary che nacque il 15 luglio 1931. Imogen Mary Smallwood, la sua seconda figlia, nascerà nel 1935.

La separazione, però, dal marito giunse comunque nel 1941.

Qualche anno prima conobbe un chirurgo, Kenneth Darrell Waters, che sposerà nel 1943.

Gli anni che seguirono furono trascorsi con i figli e Kenneth, scrivendo molti romanzi. 

Portò alla luce circa seicento titoli con i quali gli adolescenti di mezzo mondo hanno vissuto innumerevoli e entusiastiche avventure. The Five , The Secret Seven , la serie Malory Towers o Santa Chiara , sono state alcune delle sue opere più acclamate dal pubblico giovanile. 

Tuttavia, pur essendo diventata una delle scrittrici più popolari al mondo, il cui lavoro è stato tradotto e venduto in decine di lingue e paesi, la critica non l’ha mai apprezzata abbastanza. 

Personaggi stereotipati, scene ripetute o la mancanza di fantasia sono stati alcuni degli aspetti negativi imputati dagli studiosi di letteratura.

Eppure molti dei suoi libri sono, tuttora, posizionati ai primi posti delle classifiche dei best-seller.

Nel 1967 morirà suo marito e la salute di Enid ne verrà seriamente compromessa. 

Pochi mesi dopo, infatti, la scoperta del morbo di Alzheimer che la porterà alla morte il 28 novembre 1968. 

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

    3 commenti per questo articolo

  • Inserito da MARIa.pia il 05/06/2013 16:54:06

    Enid Blyton, non fu mai apprezzata dai critici e i suoi libri, prevalentemente per ragazzi, furono anche banditi, ma sempre venduti moltissimo per il modo con cui erano scritti ,con grande semplicità.Questa fu una delle cause per cui i critici non la considerarono mai una grande scrittrice.

  • Inserito da Loredana il 05/06/2013 15:01:45

    Recentemente, ho assistito ad una discussione sul potere terapeutico dei libri. Io sostengo che i libri "giusti", quelli che parlano alle nostre corde interiori in certi momenti, possono farlo. Leggendo di questa autrice, mi sembra che anche scriverli possa dare sollievo e incanalare nella via dell'originalità qualche energia potenzialmente negativa. Cercherò qualcuno dei suoi titoli, la conosco troppo poco.

  • Inserito da ROBERTA il 05/06/2013 13:10:30

    QUESTO EVENTO TRAUMATICO COME L ABBANDONO GENITORIALE VA' ACCOMPAGNATO INDUBBIAMENTE DA UN PERCORSO PER ELABORARE LA PERDITA..PER UN FIGLIO PERDERE UN GENITORE CREDO CHE SIA UN EVENTO IRREPARABILE CHE L ALTRO GENITORE PUR METTENDOCI IL MEGLIO NON RIESCA A SOPPERIRE LA PERDITA..POTREI EQUIPARARE QUESTA NARRATIVA ALLE SITUZIONI ATTUALI COME LE SEPARAZIONI CONFLITTUALI..

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.