auto

Rivalità femminili

E' guerra aperta fra la compagna di Hollande e la sua ex moglie

Valerie con un Twitter sostiene il candidato avversario di Segolene sostenuta dall'ex marito

di Massimo Melani

E' guerra aperta fra la compagna di Hollande e la sua ex moglie

La Royal e la Trierweiler

Dopo la Premiere Dame Carla Bruni, che nell’ultimo periodo non piaceva per niente a milioni di francesi per le troppe smorfie e le nauseanti dichiarazioni zuccherose, e per gli appelli irresponsabili pro Battisti, il terrorista, ecco spuntare Valérie Trierweiler, la compagna del nuovo Presidente francese François Hollande, beccata su Twitter a spronare, con tutto il sostegno possibile, l’avversario di Ségolène Royal, Olivier Falorni.

E che c’è di strano, vi domanderete.

Niente, a parte che :

1)    la Sègolene è la ex moglie di Hollande e madre dei suoi quattro figli;
2)   Falorni si è candidato contro la Royal quando il partito socialista ( partito di Royal, Falorni e Hollande) aveva designato la Sègolene;
3)   la forzata candidatura di Falorni contro la Royal gli è valsa l’espulsione dal Partito Socialista stesso;
4)   Hollande ( compagno di Valèrie) ha sostenuto la candidatura dell’ex moglie Royal.

Morale della favola il twitt di sostegno a Falorni della Trierweiler è stato politicamente anche un attacco al suo compagno nonché presidente della Francia.

Quindi il tutto risulta come un vero e proprio atto di guerra di Valérie al passato della Sègolene con François. Roba degna di una soap opera amricana, anni ’80.

E da qui, si entra di corsa nella pratica delle relazioni fra donne famose, la quale esce subito dalla versione edulcorata e idealizzata che talvolta il gentil sesso medesimo tenta di mostrare accattivandosi i consensi delle persone.

La Trierweiler, non si capisce perché così scopertamente, utilizzando un social network di tale visibilità, ha fatto di tutto per alienarsi tali gradimenti complicando una relazione già alquanto difficile, che andrà sicuramente a toccare alcuni punti dolorosi del primo matrimonio di Hollande.

L’azione di Valérie è sembrata molto inopportuna, andando a scalfire quella “ presidenza normale” invocata a più riprese dal marito François. Essendo o facendo gli psicologi è parsa quasi la tentazione di voler evidenziare un intreccio aggrovigliato di amore e odio, una afflizione occulta che si amplifica a periodi , una rabbia quasi inconfessabile, una rivalità e un astio a stento occultati, forse una grande paura del passato…

Se continuerà in maniera ostinata, Valérie Trierweiler,  a restare su questa posizione, nella zona d’ombra di un’angoscia sorda e non compiutamente comprensibile, potrà capitarle che questa semioscurità le venga veramente molto vicino, e giochi finalmente a favore della rivale.

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

    1 commenti per questo articolo

  • Inserito da Loredana il 12/06/2012 18:35:11

    Gli autori delle soap americane dovranno stare attenti, molto attenti nei prossimi mesi. Rischiano parecchio di rimanere senza lavoro...in questo caso la realtà supera la fantasia, e vira decisamente verso il grottesco. Oppure, è una manovra di marketing talmente geniale da camuffarsi da autogol clamoroso. Ai posteri l'ardua sentenza.

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.