auto

Lettere dalla crisi

Simone: «Perdere la fiducia negli altri e in se stessi è micidiale»

«Ho chiuso la mia ditta edile, ho 50 anni e non ho un lavoro da tre anni. Preferiscono assumere giovani senza esperienza»

di Simone Paolucci*

Simone: «Perdere la fiducia negli altri e in se stessi è micidiale»

Simone ci scrive

Mi chiamo Paolucci Simone ed abito a Montemarciano in provincia di Ancona.

Vorrei in primo luogo ringraziare “ Totalita’” perche’ mi da’ la possibilita’ di esprimere tutta la tristezza e tutti i sentimenti che mi opprimono. Ho 50 anni e fin da giugno 2009 non ho un lavoro. Mi spiego meglio : avevo una piccola ditta edile che acausa della crisi e a causa di alcuni creditori “ furbi” ,che non mi hanno pagato piu’, sono stato costretto a chiudere. Ho alle spalle un divorzio con una ex moglie che mi ha sempre dato “ la caccia” per i soldi e soltanto per i soldi, contribuendo in modo incisivo alla mia situazione finanziaria  catastrofica.

Ora ho una famiglia con una compagna e due figli. Siamo costretti ad andare avanti con una sola paga di circa  € 1.300,00 mensili. Poi abbiamo il mutuo da pagare  che anno scorso abbiamo bloccato, ma quest’anno a quanto pare non lo fanno e tutte le varie spese mensili che gravano sulle nostre spalle. Una situazione disperata. Ho fatto moltissime domande, ma niente da fare. Preferiscono assumere giovani anche senza esperienza.

Ho avuto anche io , lo ammetto, un pensiero positivo per quelle povere anime che non hanno avuto il coraggio di affrontare la pur triste realta’. Ho pensato che pur non approvando il loro disperato gesto, le capivo. E’ difficilissimo fare i conti con le bollette da pagare, il distacco delle utenze, a me e’ capitato alcune volte, non avere i soldi per far mangiare i figli. Praticamente sentirsi un peso e non n aiuto per la famiglia.

Perdere la fiducia negli altri ed in se stessi e’ micidiale. Arriva un certo punto che decidi di farla finita……

Poi, senza considerare le altre persone che non credono alla tua situazione ; perche’ ti vedono sempre pronto ad aiutare gli altri, contribuire nella scuola al servizio degli altri gratuitamente e sempre con un sorriso pronto per gli altri.

A volte mi sono sentito inutile, abbandonato e molto depresso.

Per ora mi sono rifugiato nella musica, mia grande passione fin  dall’infanzia , che ho riscoperto ora ,proprio a causa o per fortuna di questa mia situazione. Ho scritto vari brani, forse brutti, ma venuti dal cuore.

Continuo a cercare lavoro, magari part time, sono geometra , anche come segretario . Ci sto provando, ma le prospettive non sono buone.

Mi sto addirittura preparando per andare a suonare anche i funerali, magari per 30 €.

Anche i matrimoni, ma in questo campo gia’ c’e’ chi ha il monopolio. Sono disposto a far sentire le mie canzoni a produttori…….insomma sto facendo il massimo per avere qualche entrata in famiglia.

Pero’ cerco la forza anche in dio e nella fede, soprattutto per non prendere quel vicolo buio e cieco della morte!!!!!

Grazie per avermi dato la possibilita’ di parlare.

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.