auto

Maggio Musicale Fiorentino

Mozart, tra Salisburgo e opera italiana

Un concerto diretto dal maestro Nicola Valentini propone una sinfonia e alcune ouverture del grande salisburghese e una serie di sinfonie d'opera di maestri contemporanei.

di Domenico Del Nero

Mozart, tra Salisburgo e opera italiana

Mozart tra Salisburgo e l’Italia e la musica del suo tempo. Questa la tematica del concerto programmato con un doppio appuntamento dal Maggio Musicale Fiorentino, domani venerdì 25 e domenica 27, sempre alle ore 20 nel delicato scrigno del teatro Goldoni. Per il ciclo Mozart va infatti in scena un interessantissimo concerto diretto dal giovane e brillante maestro Nicola Valentini, direttore e fondatore dell’ensemble Dolce Concento, direttore associato dell’orchestra regionale del Friuli Venezia Giulia  conosciuta come Mitteleuropa Orchestra, formazione di alto profilo internazionale.

In programma la sinfonia n 20 in Re Maggiore K. 133, composta dal grande musicista appena sedicenne nel 1772. Mozart la scrisse nel 1772 a Salisburgo, tra un viaggio in Italia e l’altro; proprio in quell’anno, il 22 giugno, era stato consacrato vescovo principe della città  Hyeronimus von Colloredo e come ricorda anche Stendhal, il giovane maestro scrisse per l’occasione la cantata il sogno di Scipione. Per la verità, il rapporto tra il presule e il musicista finirà per diventare alquanto tormentato, ma gli auspici sembravano buoni. Anche la ventesima sinfonia rimanda con tutta probabilità a una occasione per celebrare il nuovo arcivescovo: la tonalità in re maggiore ben si adatta alle occasioni cerimoniali e l’aggiunta di due trombe e di un flauto al canonico organico di oboi e corni contribuisce al piglio festoso della composizione che si articola in quattro movimenti: Allegro, Andante, Minuetto e trio, Allegro.

Di grande interesse poi la “corona” di ouverture che completa il programma; sono sinfonie nella classica struttura in tre sezioni secondo lo stile italiano che, diversamente da quello francese inaugurato da Lully, prevedeva un Allegro iniziale, un Adagio intermedio e un breve Allegro in chiusura. Tale impostazione è riscontrabile nelle ouverture mozartiane che verranno proposte - Mitridate, re di Ponto e Lucio Silla - opere italiane realizzate da Mozart tra i quattordici e i sedici anni per il Teatro Regio Ducale di Milano assieme alla Serenata teatrale Ascanio in Alba - influenzate per forma e trattamento strumentale dallo stile di maestri più anziani che operavano in quel periodo. Nella prima metà del Settecento infatti – e non solo – l’opera in Italia era diventata una vera e propria “industria culturale” con una produzione quantitativamente molto elevata e se certo non tutto era degno di nota, ci sono molti lavori interessanti che sono stati riproposti ed altri che meritano senz’altro di emergere dall’oblio. Il concerto propone così alcune sinfonie d’opera di autori oggi quasi dimenticati o perlomeno sconosciuti al grande pubblico, quali Pier Alessandro Guglielmi (1728 – 1804) toscano di origine e precisamente di Massa), Niccolò Jommelli (1714 – 1774)  Josef Mysliveček (1737-1781) e i più noti Giovanni Paisiello (1740 – 1816) e Adolf Hasse (1699 – 1783). Spesso uno stesso libretto veniva musicato da più compositori (con variazioni più o meno rilevanti) anche svariate volte (nel Settecento vi furono ben quaranta Tamerlani!) ma questo non andava certo a scapito della vivacità e talvolta anche della qualità della musica.  In programma dunque Ouverture tratte da Ruggiero di Pietro Alessandro Guglielmi, Armida abbandonata di Niccolò Jommelli, La Nitteti di Josef Mysliveček, Mitridate Re di Ponto di Wolfgang Amadeus Mozart, Annibale in Torino di Giovanni Paisiello, Il Ruggiero di Johann Adolf Hasse, Ascanio in Alba  e Lucio Silla di Wolfgang Amadeus Mozart. Una serata che, nello stile del ciclo Mozart del Maggio, approfondisce non soltanto l'autore ma anche il contesto culturale e musicale in cui ha operato nelle varie stagioni della sua purtroppo breve vita.

 

 

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.