Nel segno di Puccini

L'opera di Firenze riapre il sipario: musica, nuovo bookshop e tanta cultura

Stasera Madama Butterfly inaugura il ciclo passione Puccini che durerà per tutto settembre.

di  Totalità

L'opera di Firenze riapre il sipario: musica, nuovo bookshop e tanta cultura

Un vero e proprio Galà Pucciniano. L’opera di Firenze – anzi, il Maggio Musicale Fiorentino – riapre oggi i battenti con una pre-stagione settembrina, tutta all’insegna del grande compositore lucchese che inaugurerà anche la stagione vera e propria, tra l’altro con un titolo poco frequentato: la Rondine. In questi giorni invece tre tra i suoi lavori più popolari ed amati: Madama Butterfly, che inaugura stasera otto settembre alle 20, Boheme e Tosca.  Gli allestimenti  delle ultime due sono nuovi, mentre quello di Butterfly è (una coproduzione  con la Fondazione Teatro Petruzzelli di Bari) è firmato da  Paolo Ceresa con scene di Tiziano Santi e costumi di Tommaso Lagattola ed è stato sperimentato con successo a Firenze nelle stagioni del 2014 e 2015: uno scenario aperto, con una passerella proiettata verso l'infinito. Suzuki, mostrata in scena con lunghi capelli bianchi come un demone nipponico, difende da un lato la tenera Madama Butterfly dagli attacchi dello zio bonzo, per poi offrirle, avvolta nel velluto rosso, la katana per l'harakiri, il terribile e drammatico suicidio rituale.

Ma non solo opera. Quella di oggi è davvero una giornata densa di avvenimenti per il teatro.  Alle ore 18.00 ci sarà l'inaugurazione del nuovo bookshop: 100 metri quadri, luminosi e accoglienti,  ricavati nell’area della Sala Vetri del foyer ora riallestita e decorata dai Laboratori di scenografia del Teatro, rinnovando dei vecchi mobili  del Comunale e recuperando arredi di scene. Sarà lo stesso sovrintendente Cristiano Chiarot a “tagliare il nastro” del nuovo, attesissimo spazio la cui gestione è stata affidata a Dischi Fenice, che già aveva un piccolo punto vendita nel teatro: sarà possibile trovare oggettistica con il marchio del Maggio Musicale, souvenir, programmi di sala, locandine, libri, moltissimi dischi e anche qualche piccola opera d’arte.

Intanto però,  per il ciclo “Oltre il sipario” è già partita la serie di incontri dedicati a Puccini: il 5 settembre era di scena  della Bohème, martedì 12 sarà la volta di Madama Butterfly, martedì 19 di Fanciulla del West e Rondine , martedì 26 Trittico e Turandot. Tutti questi appuntamenti si svolgono il pomeriggio alle ore 16, insieme ad un altro davvero gradito: la proiezione del celebre sceneggiato Puccini di Sandro Bolchi, girato nel lontano 1973. Ieri sono state proiettate le prime due puntate, giovedì 14 ci saranno la terza e la quarta e giovedì 21 la quinta e l’ultima.

Lo sceneggiato  Puccini di Sandro Bolchi rievoca con precisione e intensità i tratti salienti della biografia del Maestro, alternando  vicende della vita privata ai grandi successi della sua carriera: un vero e proprio  gioiello  della televisione italiana, di cui oggi è ben difficile trovare l’eguale. Andato in onda nel 1974 in occasione del cinquantenario della morte del Maestro,  presenta uno straordinario Alberto Lionello nei panni del “sor Giacomo” e Ilaria Occhini in quelli di una Elvira ombrosa e gelosa, ma sinceramente innamorata.  Bellissime le riprese d’ambiente, la rievocazione del mondo del melodramma, i personaggi e lo struggente finale: uno strumento formidabile per avvicinarsi alla vita e alla personalità del Maestro, un occasione da non perdere soprattutto per chi non abbia avuto la fortuna di vederlo.

Intanto la vicenda della infelice Cio Cio San, vittima del cinismo superficiale dello yankee Pinkerton  (che qualcuno ha giustamente definito il tenore più odioso di tutta la storia del melodramma)  andrà in scena per quattro recite, con Donata D’Annunzio Lombardi nei panni della protagonista e Antonio Gandi in quelli di Pinkerton. Dirige Francesco Pasqualetti, orchestra e coro del Maggio Musicale Fiorentino.  Prossime repliche: 13,15 e 21 settembre, sempre alle ore 20.

 

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.