Non considerare = Amare

Tutte quelle che ti ignorano sono innamorate di te

Non t’immagini la quantità di ragazze che non ti guardano per la strada, e solo perché ti vorrebbero tutto per loro

di Massimo Melani

Tutte quelle che ti ignorano sono innamorate di te

Greta è una ragazza giusta. Vi conoscete da quando avete tre anni e non ricordi una discussione con lei dai tempi delle elementari. È bella, almeno dicono, perché per te Greta è Greta, né bella né brutta, è lei. Ma è bella!

I tuoi genitori l'adorano soprattutto perché ha fatto una scelta di vita importante, prendendo la facoltà di medicina, laureandosi e proponendosi, ora, come ricercatissima dietologa. Altro che “fare l’architetto”, con tutti quei disegni che capisci solo te, come ti rimprovera sempre tua madre. La relazione con Greta è buona, non c'è tensione sessuale nonostante sia abbastanza logico, in quanto si concede abbastanza normalmente. O è ciò che credi.

Un giorno smette di chiamarti. È distaccata al telefono e non si destreggia più con baci e cuori attraverso Whatsapp, solo semplici smack, di quelli che invia alla gente di cui le importa poco. Un amico ti dice che piaci a Greta, ma tu non gli credi. E’ Greta!

E’ stufa che la tratti come una semplice amica. È bella, o almeno dicono! E’ un medico ed è molto spiritosa.

Le amiche, stanche di questo tira e molla, le suggeriscono di passare da te. E passa da te. Passa da te perché è innamorata ed è quello che si fa quando una s’innamora. Ignorare.

Incominci a capire tutto a poco a poco. “ Viene da me perché mi vuole”, pensi .

E lasci per un momento da parte il lavoro perché ti esplode la testa; meglio farsi una passeggiata per schiarirsi le idee.

Incroci Marta Migliorati, la tua insegnante d’inglese che ti chiamò sempre col nome del tuo compagno di banco. Non ti guarda né fa il gesto di salutarti. T’ignora. Un momento! Che vuol dire ciò? Che la sig. Migliorati…? Ma, no! Ormai sei nel pallone.

Eppure a quei tempi non era niente male, nonostante tutte le sue rughe e i suoi 80anni attuali. Ti senti in imbarazzo perché la povera prof. d’inglese era dunque innamorata di te, in silenzio, soffrendo per una storia impossibile con un alunno 40 anni più giovane. Povera Marta Migliorati, povera donna! Infossato nel dolore, corri ad abbracciarla per cercare di consolarla per tutti questi anni in cui ha sofferto a causa tua.

Non sapevi niente! Non sei un orco! “ Marta! Marta!”, gridi mentre corri verso di lei a braccia aperte, fino a che non la stringi con un appassionato abbraccio, mentre la signora t’inchioda l'ombrello nel fianco e fugge urlando impaurita. Ma, continua a essere tanto innamorata. Tanto.

La rivelazione che hai appena avuto non è fortuita, e risponde a una verità universale che sia tu, come Irene e la prof, avete probabilmente da poco scoperto: se essere innamorato di qualcuno implica passare da lui, la storia funziona anche all'inverso.

E in appena un secondo, con uno schiocco di dita, svisceri il gioco nascosto dietro al corteo umano e ti riveli come il Julio Iglesias della tua generazione. Non sai come succeda, ma apparentemente tutto quello che ti circonda soccombe ad un'irrefrenabile attrazione verso la tua persona. Non solo gravitazione, ma sentimenti puri!

A quella pentola piaccio, a quel tavolo, piaccio. A zia Matilde, che non mi ha mai fatto una sola carezza, piaccio!”, spieghi a tua madre, seduta in cucina, prima che ti minacci con l’indice davanti al viso a causa dello stupore creato. Perché sì, amico, come ogni giorno ha la sua notte, basta intendere male il tuo modus verbandi che anche da questo gioco emergono le sue ombre.

Tutte quelle persone che conoscevi e che facevano caso a te in misura maggiore o minore. Quella gentile receptionist del tuo ufficio. La signora dell’edicola che proferiva bellissime parole sul tuo modo di vestire.

Improvvisamente pensi a Greta e al fatto che l’hai ignorata per tutta la vita. Perché? Lei è bella, o almeno dicono. È intelligente, simpatica e ha un lavoro coi fiocchi. E la ignori da anni. Tutto s’incastra: la ignori perché la vuoi! È un finale da racconto di fate. Greta è innamorata di te e tu di lei. Niente potrebbe andare meglio. Soppesi che chiamarla non sia una grande idea. Non mostri interesse. Ma alla fin della matassa, arrivati a questo punto, non vuoi farle pensare che non ti piace.

E fai bene!

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.

TotaliDizionario

cerca la parola...