11 giornata del Campionato di seria A

C'è poco da dire, la Roma ancora una spanna sopra le altre. Ottime Inter e Fiore, Milan da rifare

La Lazio è irriconoscibile, il Cagliari e la Samp nei fondali della classifica. Il Frate Guidolin senza un minimo di classe

di Massimo Melani

C'è poco da dire, la Roma ancora una spanna sopra le altre. Ottime Inter e Fiore, Milan da rifare

Il Primo goal di Palacio all'Udinese

La Roma è sempre una spanna sopra le altre due, cioè Napoli e Juventus.

Pareggia con un grande Torino che ha messo in mostra un meraviglioso giocatore di nome Cerci.

I bianconeri di Conte non hanno, almeno per il momento, un gioco e la tecnica sopraffina della squadra di Garcia, mentre il Napoli è sì un’ottima squadra, ma che da sempre la possibilità all’avversaria di rimettersi in corsa e crearle problemi sino al 90’.

L’Inter si è mangiata in un sol boccone l’Udinese, una compagine, da tempo, molto ostica per i nerazzurri.

Alvarez, ora come ora, e non è al 100%, è la miglior mezzala in circolazione in Europa, e questo grazie a Mazzarri che ha voluto insistere sul tanto bistrattato argentino.

Alcune delle sue giocate sono state veramente magistrali e assieme a Palacio formano una delle coppie d’attacco più forti del Continente.

La Fiorentina, si sbarazza facilmente di un Milan ormai alla frutta e, Barbara Berlusconi, subito dopo propone un veloce cambio di guida societario: via zio Fester e dentro il più fotogenico Maldini, con Allegri atteso da un ultimo disperato doppio esame di riparazione: Barcellona e Chievo.

Il Verona continua a stupire e, se per caso, le venisse voglia di fare qualche punto anche in trasferta…

Inguardabile il Cagliari che rischia veramente grosso, così come la Lazio che sembra aver preso il posto dell’Inter dello scorso campionato.

Il Sassuolo quando lo dai per spacciato si rialza e compie imprese gloriose almeno per la sua storia calcistica, mentre il Genoa grazie ad un immenso Gilardino sembra avere trovato, finalmente, l’assetto giusto.

Il frate Giudolin, anche ieri si è dimostrato un uomo privo di classe, quando replicando alle varie domande dei giornalisti ha affermato che lo 0-3 è stato frutto della giornataccia dell’Udinese e non della stupenda prestazione dell’Inter. Ogni tanto ammettere che la squadra avversaria è stata nettamente superiore non è peccato… caro fraticello bianconero.

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

    1 commenti per questo articolo

  • Inserito da ghorio il 04/11/2013 14:58:32

    Con Massimo Melani, di solito, siamo in sintonia ma sull'attuale posizione della Roma, una spanna sopra le altre, tutto vero, se si guarda alla classifica, ma sul piano del gioco ho qualche dubbio. Nel calcio la fortuna spesso è determinante. Nella partita con il Napoli(non sono tifoso di questa squadra)è stato l'errore di Pandev, seguito da quello di Insigne, a determinarla, fermo restando che sul piano del gioco la Roma non è così roboante come la dipingono i giornali , sportivi e non. Quindi aspettiamo le prossime partite, anche se in Italia il bel gioco non conta, o conta poco. Infatti basta vincere la partita e poi c'è l'esaltazione conseguente.

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.

TotaliDizionario

cerca la parola...