Il trend dell'estate

La scarpa giusta valorizza ogni tipo di gamba

Dalle caviglie affilate al polpaccio ampio alle gambe kilometriche... Ad ognuna la calzatura giusta

di LORD BRUMMELL

La scarpa giusta valorizza ogni tipo di gamba

Le scarpe non dovrebbero mai essere comperate a caso.

E’ buona cosa seguire le mode, interessarsi ai nuovi modelli da accostare ipoteticamente a vestiti ed accessori che già si posseggono, o soltanto per accompagnare l'orientamento del momento.

Sì, ma non basta: in primis in primavera ed estate, quando mini e short la fanno da padrone sono le gambe ad essere in prima visione.

Ed è proprio per esse che occorre selezionare le scarpe più consone, cioè quelle che ottimizzano e migliorano il fisico e la forma delle gambe. 

Insomma, potremmo coniare il seguente precetto: mostrateci le vostre gambe e ci pronunceremo sulle scarpe che maggiormente le valorizzeranno!
Il Jolly delle calzature

Diamo il via, intanto, alla scelta delle calzature valide per ogni tipo di gamba, quelle che ogni donna dovrebbe aver riposte nella scarpiera.

Mi riferisco al classico e intramontabile decolleté peep toe (aperte in punta), di colore neutro e tacco di circa 9-10 cm.

E’ il classico modello passe-par-tout, elegante e mai esagerato, adatto a mille e un’occasione, e che, in poche parole, sta bene a tutte…o quasi!

Non l’avete? Filate a comprarvele allora, esse vi toglieranno molto spesso da situazioni imbarazzanti e da scelte difficili dell’ultima ora.

Gambe grassocce e abbastanza corte
Se non possedete degli arti inferiori propriamente longilinei evitate come la peste bubbonica le scarpe con i cinturini alla caviglia.

Cercate, al contrario, di scoprire il piede scegliendo sandali aperti e semplici, magari con qualche centimetro di tacco per snellire le gambe e renderle più lunghe alla vista.

Mi sembra del tutto inutile ricordare che le calzature chiuse sono inaccettabili.

Occhio ai colori
L'aria primaverile e estiva invoglia non poco verso scarpe dai colori sgargianti e chiassosi o sandali con moltissime applicazioni e vistosi.

Se, non si hanno le gambe di Ana Hickmann, è necessario fare molta attenzione a non esagerare.

Il risultato è molto chiaro, più destate la concentrazione sui piedi, maggiormente emergeranno le imperfezioni delle gambe.

Quindi, nel caso foste propense a limitare i difetti, optate per calzature dai colori naturali, come beige, il crema o marrone. Donano moltissimo, specialmente se abbronzate.

Caviglie affilate
Chi ha caviglie strette deve opportunamente sapere che esse altro non sono che un vantaggio da poter mostrare indossando ogni tipo di scarpa che molte altre persone non possono concedersi.

In questo caso, sì spazio libero ai cinturini, alla caviglia o al tallone.

Ottimi anche i colori allegri, magari abbinati a certune zeppe e ad alcuni modelli ben strutturati e smaglianti.

Polpaccio ampio
Se questo è il punto debole, perché troppo muscoloso o grande, è obbligo puntare decisamente al tacco alto, non necessariamente eccessivo, in quanto slancia sempre il polpaccio.

Gambe lunghissime
Beh, in tal caso, la caviglia è il punto da evidenziare di più. E, allora, ben vengano i sandali detti gladiators che perfezionano al meglio una silhouette già di per se slanciata.

Gambe atletiche ma non lunghe
Se possedete gambe muscolose, ben definite, ma corte, la scelta ottimale sono calzature basse, impreziosite però da un design caratteristico, possibilmente unito a fasce o strap, che snelliscono ancor più la gamba.  

Gambe asciutte
Se le gambe sembrano troppo magre, è utile creare un effetto ottico che trasformi il polpaccio in qualcosa di più voluminoso.

Basta utilizzare scarpe molto colorate e sgargianti, ma anche il nero è ottimale.

Un must per le gambe secche sono le zeppe.

Piedi lunghi e grandi

Quando si oltrepassano i 40cm e si somiglia al mitico Pippo di Walt Disney occorre ricorrere a rimedi efficaci, ma semplici e sbrigativi: basterà optare per modelli minimali, e se possibile, senza tacco. Poi, scegliere materiali spenti, o dalle nuance naturali, che attraggono meno l'attenzione sulle dimensioni delle fette….no, no dei piedi!

Concludiamo, con una primizia.

Il trend dell’estate? Ma, la scarpa bicolore!

A buon intenditor…

Piaciuto questo Articolo? Condividilo...

Inserisci un Commento

Nickname (richiesto)
Email (non pubblicata, richiesta) *
Website (non pubblicato, facoltativo)
Capc

inserisci il codice

Inserendo il commento dichiaro di aver letto l'informativa privacy di questo sito ed averne accettate le condizioni.